logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean feugiat dictum lacus, ut hendrerit mi pulvinar vel. Fusce id nibh

Mobile Marketing

Pay Per Click (PPC) Management

Conversion Rate Optimization

Email Marketing

Online Presence Analysis

Fell Free To contact Us
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Aenean feugiat dictum lacus

1-677-124-44227

info@your business.com

184 Main Collins Street West Victoria 8007

0461 095552 - 389 7810856

Via Petrarca 22C Pergine Valsugana

Top

LA REATTIVITA’ NELLE SCARPE DA RUNNING

LA REATTIVITA’ NELLE SCARPE DA RUNNING

Sembrerebbe una banalità affermare che chi sa correre forte, corre forte anche con le “infradito” o con calzature iper ammortizzate e che chi corre piano, correrà piano anche con scarpe super reattive (correndo però il rischio di farsi male…).

E’ pero evidente che delle calzature da running che vengono progettate e costruite con determinate caratteristiche, risulteranno essere molto più reattive rispetto ad altre scarpe che queste caratteristiche non le possiedono.

Il marketing delle aziende leader del settore tende ad usare termini come “Super ammortizzata e iper reattiva”, oppure “Calzatura super reattiva e con una protezione incredibile”.

UNA SCARPA DA RUNNING O E’ AMMORTIZZATA O E’ REATTIVA… Le due caratteristiche non possono convivere insieme, ll massimo possono esserci dei buoni compromessi.

Come detto nel precedente capitolo, una scarpa ammortizzata è quella che disperde maggiormente lo shock dell’impatto a terra del piede.

Una scarpa reattiva è invece quella che lo disperde meno e che restituisce maggiormente l’energia impressa da chi quella scarpa la sta utilizzando.

Qui di seguito una piccola guida di quelle che secondo noi dovrebbero essere le caratteristiche più importanti per garantire reattività ad una calzatura da corsa.

 

RIGIDITA’ DELL’INTERSUOLA

La mescola che compone l’intersuola non dovrebbe essere troppo morbida ma avere dei livelli di “consistenza e rigidità” elevati.

Questo per garantire il minor dissipamento di energia possibile e, di conseguenza, la miglior risposta e la maggior reattività possibile.

Alcune mescole, seppur non così rigide e che possiedono caratteristiche di elasticità elevate, proprio per questo elevato grado di elasticità garantiscono comunque una buona risposta.

Intersuole iper morbide possono essere al limite molto ammortizzanti ma assolutamente mai iper reattive.

 

SPESSORE DELL’INTERSUOLA

Lo spessore dovrebbe essere molto limitato.

Spessori troppo alti, distanziando troppo il piede dal terreno, non permettono a quest’ultimo di trasferire a terra il massimo dell’energia prodotta.

Inoltre hanno un livello di dispersione dell’energia molto elevato, limitando quindi la reattività della scarpa.

 

DROP

Riguardo al drop non ci siamo ancora fatti un’idea precisa.

Modelli con drop alti (12mm.) spesso risultano essere più reattivi di calzature a drop basso (0-4mm.)… Come è però vero anche il contrario!

Molte aziende sostengono che abbassare la geometria della scarpa può portare ad un avanzamento del baricentro di chi la usa, ottenendo quindi un assetto di corsa più avanzato che garantisce una tecnica di corsa più efficiente.

L’unica cosa certa è che chi ha una tecnica di corsa corretta, la manterrà sia con un drop a 12 mm che con un drop a 0 mm.

Chi corre invece tecnicamente in modo scorretto, non migliorerà il proprio stile di corsa nemmeno utilizzando una calzatura a drop 0 mm.

 

FLESSIBILITA’

Una scarpa reattiva dovrà essere molto flessibile in quanto non dovrà creare delle resistenze al piede durante la sua rullata.

La flessibilità viene garantita da intersuole con spessori limitati e da canali di flessione sufficientemente scavati ed estesi.

E’ ovvio che una scarpa con un’intersuola morbidissima e con canali di flessione molto scavati renderebbero la calzatura ancora più flessibile.

Morbidezza elevata e canali di flessioni molto scavati creerebbero però dei limiti in termini di risposta della scarpa e di stabilità.

Quindi, per essere flessibile e reattiva, una calzatura deve comunque sempre mantenere un buon compromesso in rigidità e stabilità.

 

SISTEMA AMMORTIZZANTE LIMITATO

Sembrerebbe una banalità affermarlo ma, modelli con sistemi ammortizzanti estremamente estesi ed efficienti, limitano la risposta della scarpa.

Per essere quindi reattiva una scarpa deve essere poco protettiva e possedere sistemi ammortizzanti non troppo efficienti e posizionati, al limite, solo sotto al tallone.